Associazione Socio Politica - RAPALLO
Presidente: GIORGIO BRACALI
articolouno@artic1.it

Siamo su: facebook articolo.uno.31  twitter @articolo_uno

Sede legale: via A. Sciesa, 5/11 - 16035 Rapallo (GE) - C.F. 91046690102

  • articolo-uno-rapallo-1
  • articolo-uno-rapallo-2
  • articolo-uno-rapallo-3
  • articolo-uno-rapallo-4
  • articolo-uno-rapallo-5
  • articolo-uno-rapallo-6
Le nostre idee
Le iniziative

Sostienici

Sostieni Articolo Uno nelle sue attività!
IBAN: IT 35 Z 05034 32110 000 000 002409
Intestato a: ARTICOLO UNO

Statuto

articolo-uno-logo

 

Titolo I
Natura e finalità dell'Associazione

Art. 1
E' costituita l'Associazione denominata “ ARTICOLO UNO ” con sede legale in Rapallo (GE), al civ. 5 int. 11 di Via Sciesa.
Art.2
L'Associazione non ha fini di lucro e si propone di promuovere la partecipazione alla vita socio - politica sul territorio, ispirandosi ai principi di uguaglianza, democrazia e giustizia sanciti dalla Costituzione della Repubblica Italiana.

Titolo II
Gli associati

Art.3
Possono aderire all'associazione tutti i cittadini italiani, i cittadini dei Paesi dell'Unione Europea ed i cittadini di Paesi terzi in regola con le leggi di soggiorno.
Art.3 bis
Su proposta del Consiglio Direttivo l'Assemblea Generale nomina, a maggioranza, membri onorari persone che si siano distinte per storia personale, lavorativa o per impegno sociale. Tali membri diventano a tutti gli effetti Associati, ma non sono tenuti al versamento della quota associativa annuale.
Art.4
A tutti gli Associati sono riconosciuti identici diritti e devono ottemperare ai medesimi obblighi. In particolare, tutti gli Associati:
1. Possono concorrere ed essere eletti alle cariche sociali;
2. Hanno diritto ad un numero massimo di cinque voti, personali e non validi per delega, per l'elezione delle cariche sociali all'interno dell'Assemblea Generale.
3. Hanno diritto a recedere dall'appartenenza all'Associazione;
4. Sono tenuti a rispettare il presente Statuto ed a versare la quota associativa annuale.
Art.5
La perdita della qualità di Associato avviene per:
1. Dimissioni volontarie;
2. Mancato versamento della quota associativa annuale;
3. Morte;
4. Indegnità deliberata dal Consiglio Direttivo, previa contestazione in contraddittorio all'Associato.

Titolo III
Disposizioni economico finanziarie.

Art.6
L'esercizio finanziario decorre dal 1° di gennaio al 31 di dicembre di ogni anno. I bilanci sono approvati dall'Assemblea Generale entro i termini previsti dal successivo articolo 9 comma primo.

Titolo IV
Organi dell'Associazione.

Art.7
Organi dell'Associazione sono:
1. L'Assemblea Generale degli iscritti;
2. Il Consiglio Direttivo;
3. Il Presidente;

Capo I
L'Assemblea Generale degli iscritti.

Art.8
Sono membri dell'Assemblea Generale tutti gli iscritti all'Associazione, che siano in regola con il versamento della quota associativa annuale.
Art.9
Compiti e funzionamento.
1. Si riunisce in seduta ordinaria per approvare, entro sessanta giorni dalla chiusura dell'esercizio al 31 dicembre di ogni anno, il bilancio preventivo ed il bilancio consuntivo.
2. Elegge tra gli iscritti il Consiglio Direttivo composto da sette membri.
3. Esprime gli indirizzi dell'Associazione.
4. Delibera in seduta straordinaria lo scioglimento dell'Associazione e la devoluzione del patrimonio.
5. Modifica l'atto costitutivo e lo Statuto.
6. E' convocata in seduta straordinaria su richiesta di un quarto degli iscritti, ovvero del Consiglio Direttivo.
7. L'Assemblea Generale è validamente costituita qualora il numero degli intervenuti sia di almeno un terzo degli iscritti.
8. Salvo che non sia diversamente stabilito dal presente Statuto, l'Assemblea Generale delibera a maggioranza dei presenti.
9. L'Assemblea Generale si riunisce su convocazione scritta, del Presidente del Consiglio Direttivo, a cui deve essere allegato l'ordine del giorno. La convocazione deve avvenire, per mezzo di lettera raccomandata o e-mail, almeno sette giorni prima della seduta o, in caso di urgenza, per mezzo di e-mail o telefonicamente, almeno quarantotto ore prima della seduta.
10. Determina la quota annuale di associazione.
11. Estrae a sorte tra i propri membri, in ogni seduta, una commissione elettorale composta da tre persone, con il compito di sovrintendere alle operazioni di voto.
12. Assume la presidenza delle sedute il Presidente del Consiglio Direttivo ed il Segretario del Consiglio Direttivo ne redige i verbali.
13. Redige verbali delle proprie riunioni.

Capo II
Il Consiglio Direttivo

Art.10
Compiti e funzionamento
1. E' composto da sette membri eletti, con voto personale e segreto, fra gli iscritti dell'Associazione.
2. Risultano eletti i candidati che hanno ottenuto il maggior numero di voti.
3. I membri del Consiglio Direttivo durano in carica due anni e possono essere riconfermati al massimo una sola volta. Nei casi di decesso, dimissioni, permanente impedimento, decadenza di un consigliere, subentra per surroga il primo dei non eletti; nel caso in cui non fossero disponibili aventi diritto per surroga, l'Assemblea Generale provvede tempestivamente, e non oltre dieci giorni, ad eleggere un nuovo membro. I membri subentrati, per surroga o per elezione separata per sostituzione, rimarranno in carica sino alla scadenza naturale del Consiglio Direttivo e potranno essere riconfermati al massimo una volta.
4. La funzione di consigliere è svolta a titolo gratuito, salvo il rimborso delle spese sostenute al fine dell'esercizio del proprio mandato, adeguatamente documentate ed autorizzate dal Consiglio Direttivo.
5. Promuove gli indirizzi espressi dall'Assemblea Generale degli iscritti.
6. Si riunisce almeno una volta ogni due mesi, in una seduta aperta anche ai non iscritti per la relazione periodica sull'attività svolta, sulle iniziative da intraprendere e per ascoltare suggerimenti ed opinioni dei partecipanti.
7. Le riunioni sono ritenute valide se è presente la maggioranza dei membri del Consiglio.
8. Nella sua prima convocazione elegge al proprio interno un Presidente, un Vice presidente, un Tesoriere ed un Segretario.
9. Qualora il Presidente non provveda entro dieci giorni, il Consiglio Direttivo si riunisce su convocazione del nuovo eletto che abbia ottenuto il maggior numero di voti, in caso di parità dal più anziano.
10. Allo scadere del proprio mandato fissa la data dell'Assemblea Generale e ne dà avviso agli iscritti almeno sette giorni prima.
11. Redige verbali delle proprie riunioni.

Capo III
Il Presidente

Art.11
1. E' eletto a maggioranza tra i membri del Consiglio Direttivo.
2. Ha la legale rappresentanza dell'Associazione nei confronti di terzi ed in giudizio.
3. Sorveglia il buon andamento amministrativo dell'Associazione.
4. Sovrintende al rispetto del presente Statuto e ne promuove la riforma qualora si renda funzionale all'Associazione.
5. In sede di votazione all'interno del Consiglio Direttivo, qualora si verificasse una parità di voti che impedisca una qualsiasi decisione, il Presidente decide autonomamente sull'oggetto della votazione.

Titolo V
Durata

Art. 12
L'Associazione non ha una durata prefissata. Tuttavia quando l'Assemblea Generale, alla quale partecipa almeno il cinquanta per cento degli iscritti, ne decide la cessazione a maggioranza essa cessa di esistere.

Titolo VI
Principi etici

Art.13
Gli eletti nel Consiglio Direttivo, e chiunque ricopra cariche sociali, non devono aver riportato condanne penali, per reati non colposi, in qualunque grado di giudizio. Se le riportano durante il mandato, ne decadono.
Art.14
L'Associazione è regolamentata dal presente Statuto e dalle leggi della Repubblica Italiana.

Titolo VII
Disposizioni transitorie e finali

Art.15
La convocazione della prima Assemblea Generale spetta ai soci fondatori, che ne daranno ampia pubblicizzazione con i mezzi ritenuti più opportuni, entro sessanta giorni dall'atto di costituzione.
Art.16
Gli organi sociali eletti durante la prima Assemblea Generale resteranno in carica sino al trentuno dicembre dell'anno di costituzione e si intenderanno prorogati con pieni poteri sino allo scadere del secondo anno successivo alla chiusura del primo esercizio.
Art.17
La quota associativa minima del primo anno è fissata in euro quindici, è fatta salva la prerogativa dell'Assemblea Generale di modificarne l'importo.